Tariffa rifiuti: performance di incasso molto elevate

Ama S.p.A. ribadisce che, come già comunicato nelle scorse settimane, le performance di incasso Ta.Ri. nella Capitale sono molto elevate, superiori di circa il 15% rispetto alla media nazionale, con riscossioni a 5 anni di distanza (annualità 2014) pari all’83,5%, che salgono fino all’89,4% a 8 anni di distanza (annualità 2011). Roma Capitale effettua il contrasto all’evasione ed i relativi accertamenti Ta.Ri. attraverso la sua società Aequaroma. Nel corso del 2019, in un’ottica di collaborazione sinergica all’interno del gruppo di Roma Capitale, gli uffici addetti di Ama S.p.A., anche a seguito del censimento per l’introduzione della raccolta porta a porta nel VI e nel X municipio, hanno individuato un elenco di oltre 24mila utenze potenzialmente “fantasma”, che non risultano quindi presenti nella banca dati Ta.Ri. e che sono oggetto di opportuna analisi da parte di AequaRoma. Di queste, circa 900 sono attività commerciali. Nel corso del 2019, il contrasto all’evasione da parte di AequaRoma è stato effettuato anche attraverso l’incrocio delle banche dati che ha permesso la notifica di ulteriori 15.000 atti di accertamento verso utenze fantasma di cui 2.500 commerciali.

torna all'inizio del contenuto