Disposizioni per la richiesta di esenzione per rifiuti speciali

Ai sensi dell'art. 8, del Regolamento per la disciplina della tassa sui rifiuti (Deliberazione di Assemblea Capitolina n. 12/2015), è stata riconosciuta la non tassazione delle superfici e dei locali ove, per specifiche caratteristiche strutturali e per destinazioni d'uso, si formano esclusivamente rifiuti speciali, allo smaltimento dei quali sono tenuti a provvedere a proprie spese i produttori degli stessi.
Nel caso in cui su una stessa superficie si producono allo stesso tempo rifiuti speciali non assimilati e rifiuti speciali assimilati o rifiuti ordinari si applica una riduzione della superficie pari al 30% per le attività artigianali rientranti nella categoria 17, industriali rientranti nella categoria 18 e per le attività medico ospedaliere (categorie 9 e 10).

Ai fini dell'ottenimento della non tassazione, i soggetti interessati sono tenuti a presentare una dichiarazione attestante la quantità dei rifiuti speciali smaltiti, a proprie spese nell'anno precedente a quello della richiesta.
A partire dal 2015 la dichiarazione attestante la quantità dei rifiuti speciali deve essere presentata annualmente da tutti gli utenti con aree e locali non soggetti a tassazione (totale o riduzione) anche se iscritti precedentemente in Tariffa con superfici sulle quali vengono prodotti rifiuti speciali.
La dichiarazione deve essere presentata entro il 31 luglio per l'anno 2015, e a regime entro il 31 gennaio di ogni anno.

Si precisa che la bolletta relativa al primo semestre 2015 è stata emessa in acconto sulla base della tariffa 2014, pertanto la non tassazione per l'anno 2015 è applicata sulla bolletta del secondo semestre a conguaglio dell'intero anno. A regime, dall'anno 2016, le bollette contenenti le agevolazioni saranno emesse con cadenza semestrale.
Per ottenere il beneficio utilizzare le seguenti modalità:

  • per gli utenti già iscritti in Tariffa, che beneficiano della non tassazione per i rifiuti speciali o di una riduzione della superficie, è necessario inviare ad AMA il modulo 601/01 compilato in ogni sua parte;
  • per gli utenti che devono effettuare una variazione di superficie, relativamente ai rifiuti speciali, è necessario inviare ad AMA il modulo 601/01 e il modulo 602/12, compilato come di seguito:
    • nel riquadro "Locali ed aree scoperte non soggette a tariffa" indicare tutte le superfici dove si producono esclusivamente rifiuti speciali, non dichiarati assimilati da Roma Capitale;
    • nel riquadro "Locali ed aree scoperte con riduzione di superficie per produzione non esclusiva di rifiuti speciali" indicare le superfici dove si producono allo stesso tempo rifiuti speciali non assimilati e rifiuti speciali assimilati o rifiuti ordinari.
  • per gli utenti che devono effettuare un'iscrizione in tariffa con superfici su cui si producono rifiuti speciali, è necessario inviare ad AMA il modulo 602/12, compilato come di seguito:
    • nel riquadro "Locali ed aree scoperte non soggette a tariffa" indicare tutte le superfici dove si producono esclusivamente rifiuti speciali, non dichiarati assimilati da Roma Capitale;
    • nel riquadro "Locali ed aree scoperte con riduzione di superficie per produzione non esclusiva di rifiuti speciali" indicare le superfici dove si producono allo stesso tempo rifiuti speciali non assimilati e rifiuti speciali assimilati o rifiuti ordinari;
    • nel caso in cui l'iscrizione riguardi l'anno precedente a quello di presentazione della richiesta dovrà essere compilato anche il modulo 601/01.

Si ricorda che l'esclusione e la riduzione hanno effetto per il solo anno per il quale è stata presentata la relativa richiesta.
(Riferimenti normativi: ai sensi dell'art 8 del Regolamento per la disciplina della tassa sui rifiuti, approvato con Deliberazione dell'Assemblea Capitolina n. 12 del 20 marzo 2015)

torna all'inizio del contenuto