Raccolta oli vegetali

L’olio utilizzato per la cottura o la conservazione degli alimenti deve essere differenziato.
Dopo l’uso domestico, infatti, l’olio si trasforma in un rifiuto speciale e costituisce una minaccia per l'ambiente. Per questo è necessario smaltirlo correttamente.
Grazie alla raccolta differenziata, l'olio separato viene rigenerato e riutilizzato per la produzione di oli lubrificanti per motore, cementi, asfalti e bitumi, biodiesel per trazione, etc.
La raccolta dell'olio alimentare consente, quindi, un risparmio energetico offrendo un'alternativa alla produzione di oli sintetici derivanti dal petrolio e aiuta a salvaguardare l'ambiente evitando, per esempio, l'inquinamento dei fiumi e il sovraccarico dei depuratori.

COSA

  • Oli vegetalie di provenienza domestica come olio di frittura
  • Olio di conservazione degli alimenti (es. olio di conserve, l'olio del tonno in scatola, etc.)

COME

  •  Aspettare che l'olio si raffreddi
  • Una volta raffreddato, filtrarlo e versarlo con un imbuto all'interno di un flacone o di una tanica (anche una bottiglia di plastica va bene). Avvitare bene il tappo
  • Portarlo presso il punto di raccolta e svuotarlo nell'apposito contenitore.

 

 

Non utilizzare olio da motoregrassi di origine animale (burro, strutto, etc.) • altri rifiuti liquidi in generale.
ATTENZIONE: Bastano piccole quantità di questi rifiuti per rendere l’olio non riciclabile
torna all'inizio del contenuto